Serra. Cavo tranciato, aziende di Santa Maria senza linea telefonica e internet

* di Bruno Vellone – Se dovesse avere una matrice di origine dolosa o colposa sarà una eventuale indagine a chiarirlo. Sta di fatto che un’azienda di grandi dimensioni che impiega oltre 40 persone ed altre aziende minori che operano nella zona del Santuario regionale di “Santa Maria del Bosco” a Serra San Bruno  non possono usufruire del servizio telefonico e della contestuale linea internet Telecom a causa di un “distacco” del cavo di collegamento lungo diversi metri che porta le attività di telecomunicazioni.

E pare che Telecom, proprietaria dell’impianto, non riesca a garantire il ripristino immediato della infrastruttura (occorrerebbero diversi giorni). La prolungata inerzia della società in questione che dovrebbe garantire il pronto ripristino del servizio e la contestuale erogazione delle attività di telecomunicazioni potrebbero danneggiare ulteriormente la situazione delle aziende che da almeno tre giorni non possono comunicare, ricevere commesse o servizi da clienti o partners. Alcune aziende della zona sono quindi ostacolate dall’assenza di linea telefonica e di linea internet, fatto che ha creato numerosi disagi per le attività lavorative che ovviamente sono presenti in una zona strategica dal punto di vista turistico. Una situazione piuttosto complicata anche perché ancora non è dato sapersi il perché della mancanza di infrastruttura di collegamento, se cioè sia imputabile ad un presunto furto o danneggiamento rispetto ai quali la Telecom deve ancora prendere contezza. “È inconcepibile – afferma il responsabile Codacons per le Serre vibonesi Antonio Carnovale – che nel 2019 attività produttive tra le più importanti del territorio rimangano isolate per un cavo telefonico tranciato. Auspichiamo che ad ore arrivi la soluzione, se così non dovesse essere denunceremo tutto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni affinché ordini all’operatore telefonico l’immediato ripristino del servizio con la comminazione delle eventuali sanzioni normativamente previste”.

Contenuti correlati