Serra, Barillari replica agli ambulanti: “La decisione di sospendere la fiera di Ferragosto è stata ben ponderata”

“La decisione di sospendere la fiera di Ferragosto, come tante altre prese nel corso di questi mesi da sindaco di Serra, è stata ponderata in relazione alle normative di riferimento e all’attuale situazione pandemica (tutt’altro che finita). È ormai chiaro che questo periodo stia mettendo in evidenza quanto i sindaci siano il primo riferimento per la comunità e i primi a dovere assumere decisioni (spesso difficili)”.

Il primo cittadino Alfredo Barillari difende la scelta compiuta e rimarca l’esigenza di bilanciare i diversi diritti.

Scelte difficili che hanno accompagnato, peraltro, “tutto il corso dell’anno scolastico” e che hanno portato la città della Certosa a “garantire circa 150 giorni di presenza scolastica su 200, senza conseguenze dal punto di vista sanitario”.

“Ad oggi – sostiene Barillari – sarebbe stato impossibile garantire le misure di sicurezza per lo svolgimento della fiera, sia per motivi strutturarli sia per carenza di organico dedicato alla vigilanza. Non solo a Serra: diversi sindaci, infatti, hanno sospeso fiere tradizionali per gli stessi motivi. Anche in periodi con una curva dei contagi decisamente più bassa rispetto a quella attuale (basti pensare alla fiera di fine luglio della vicina Soverato, giusto per citare un caso). Tantomeno sono stati presi altri impegni: la scelta era già indirizzata sulla sospensione della fiera da diverso tempo”. 

Barillari esprime infine l’auspicio è che “l’anno prossimo tutti quanti noi possiamo godere delle nostre tradizioni (processioni e feste religiose comprese)”.

Contenuti correlati