Serra. Azienda “La Foresta”, lo Slai Cobas proclama lo sciopero dei lavoratori per lunedì

Il bosco di Santa Maria a Serra San Bruno

Sciopero per la giornata di lunedì 20 novembre di “tutti i lavoratori dipendenti della società agricola ‘La Foresta’, azienda attiva nel settore boschivo e della lavorazione del legno, con sede a Serra San Bruno”. È la decisione annunciata dal responsabile provinciale dello Slai Cobas, Nazzareno Piperno, che spiega che “i motivi di astensione risiedono nel grave ritardo accumulato dall’azienda nel pagamento delle retribuzioni con i lavoratori che da mesi oramai non percepiscono quanto loro dovuto”. In particolare, a mancare sarebbe un’inversione di rotta “nonostante la disponibilità dimostrata dai lavoratori stessi che consapevoli delle lamentate difficoltà paventate dalla direzione aziendale che nel corso di numerosi incontri aveva chiesto ai propri dipendenti di pazientare confidando nella soluzioni della crisi che l’azienda stessa stava attraversando, hanno continuato ugualmente a effettuare la propria prestazione”. Prosegue Piperno: “nonostante il grande senso di responsabilità dimostrato dai lavoratori a tutt’oggi nessun segnale è pervenuto dalla parte aziendale che non ha nemmeno fornito alcun riscontro alle reiterate richieste rivolte anche dalla scrivente organizzazione sindacale e con un ulteriore aumento del ritardo destinato a sua volta ad aggravare il disagio non solo economico ma anche umano dei lavoratori privi da tempo oramai delle risorse necessarie per vivere. Da ciò – è la precisazione – la decisione inevitabile dei lavoratori di fermarsi per un primo sciopero della durata di un giorno riservandosi altre e più prolungate proteste ove non dovessero pervenire fatto concreti o perlomeno segnali positivi da parte dell’azienda. Come può evincersi – conclude Piperno – si tratta di una problematica particolarmente seria e coinvolge un’azienda storica sulla quale si intende sensibilizzare le istituzioni lanciando loro un appello affinché aprono un tavolo di confronto su tale realtà aziendale, presente da anni sul territorio, le cui sorti, da cui ovviamente dipendono anche le sorti dei lavoratori, mai come oggi appaiono incerte e nebulose”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento