Sequestrati 350 Kg di Gpl in bombole detenute illegalmente in un centro abitato

I Finanzieri, nell’ambito della quotidiana attività di prevenzione, ricerca e repressione delle violazioni di natura economica e finanziaria, hanno scoperto, nel pieno centro della città di Crotone, l’ingente quantitativo di 350 Kg di Gas Propano Liquido, contenuto in 16 bombole per uso domestico, detenuto illegalmente e pronto per essere commercializzato.

In particolare, le Fiamme Gialle della Sezione Operativa del Gruppo, agli ordini del capitano Michele Filomena, al termine di una attenta analisi di rischio posta in essere attraverso la consultazione delle potenti banche dati in uso al Corpo della Guardia di Finanza ed il riscontro dei dati ottenuti con il compimento di una serie di appostamenti, osservazioni e pedinamenti hanno sottoposto a controllo una ditta individuale accertando la carenza di autorizzazioni amministrative ed il mancato possesso delle indispensabili certificazioni relative alla prevenzione degli incendi.
I Finanzieri, avendo constatato la totale inidoneità dei locali a custodire il quantitativo di Gpl, tra l’altro, rinvenendo ulteriori 7 bombole vuote, non inertizzate e non in sicurezza, contenenti residui di miscele, ravvisando una situazione di concreto pericolo per l’incolumità pubblica, hanno proceduto immediatamente a sottoporre a sequestro tutti gli involucri individuati ed al tempestivo trasferimento del materiale, per la giudiziale custodia, ad imprese specializzate ed autorizzate.
In relazione alle violazioni illustrate il titolare dell’esercizio commerciale è stato deferito alla Procura della Repubblica di Crotone per reati che vanno dal possesso illegittimo di materiale esplodente ed infiammabile all’esercizio di attività senza la prescritta autorizzazione e certificato di prevenzione incendi, inoltre le Fiamme Gialle procederanno agli approfondimenti di carattere fiscale per il recupero delle imposte dirette nonché delle accise – che riguardano prettamente i prodotti energetici – in relazione alle vendite effettuate, ricostruendone il relativo volume d’affari.
Le attività descritte confermano il peculiare ed indispensabile ruolo svolto dalla Guardia di Finanza quale Corpo di polizia economico–finanziaria ad elevato riflesso sociale che da un lato garantisce la vigilanza sulle entrate per l’erario, dall’atro, consente un costante vigilanza a tutela di tutti i cittadini.

Contenuti correlati