Sentenza TAR, Dieni rassicurata: “La fase 2 non può svolgersi in modo disordinato”

"Deve contemperare tutele sanitarie ed esigenze economiche e sociali"

«La pronuncia del Tar della Calabria rimette ordine nel rapporto tra Governo centrale e Regioni e assicura un riferimento giuridico ineludibile da cui si devono trarre interpretazioni politiche. La più importante delle quali è che la ripartenza dopo il lockdown non può avvenire in ordine sparso, ma deve essere frutto di un accordo istituzionale e seguire delle precise linee guida, in modo tale da non vanificare gli sforzi e i sacrifici fatti in questi ultimi due mesi dagli italiani». Lo afferma la portavoce del Movimento 5 stelle alla Camera Federica Dieni.

«La fase 2 – aggiunge la parlamentare – non può svolgersi in modo disordinato e senza un coordinamento del Governo centrale; deve invece essere graduale e contemperare tutele sanitarie ed esigenze economiche e sociali».

Contenuti correlati