Scuola e mercato, “Per Serra insieme”: “Il sindaco ci dica i criteri di chiusura e di apertura”

“Accogliamo con favore la riapertura del mercato settimanale che può ridare respiro all’economia locale ed allo stesso tempo vogliamo capire come mai le scuole di ogni ordine e grado si debbano ancora avvalere del sistema della didattica a distanza”.

Il gruppo “Per Serra insieme” propone “una trasparente impostazione metodologia sul sistema delle restrizioni adottate a scopo preventivo dal sindaco” perché “allo stato, non sono chiari i motivi per cui vengano chiuse le scuole e dopo pochissimi giorni venga aperto il mercato”. 

Gli esponenti dell’opposizione mirano a “comprendere i principi che ispirano l’emissione di ordinanze che sembrano di contenuto contrastante” e pongono diversi interrogativi: “alla base delle ultime due ordinanze c’è o non c’è una nota ufficiale del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp indicante un grado estremamente elevato di rischio di diffusione del virus e delle relative varianti che giustifichi la chiusura delle scuole? Ci sono o non ci sono le condizioni per ripartire in sicurezza? Cosa è cambiato tra la giornata di domenica, quando è stato disposto il prolungamento della chiusura delle scuole, e la giornata di mercoledì, quando è stata decisa la riapertura del mercato?”.

“Queste nostre domande – sostengono i componenti del gruppo – sono a scopo informativo. La popolazione ha infatti bisogno di sapere quale è davvero la situazione e con quali criteri vengono disposte le chiusure e le aperture. Inoltre – concludono – è necessario sapere se lunedì ci possa essere il rientro in aula degli studenti per come disposto dall’ultimo Dpcm che prevede le lezioni in presenza per gli alunni della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e di quelli frequentanti la prima media”.

Contenuti correlati