Sconfitta bruciante per Mimmo Lucano: è fuori anche dal Consiglio comunale

E' Antonio Trifoli il trionfatore della competizione elettorale

Non era bastato sopportare che la Lega dell’acerrimo nemico politico Matteo Salvini diventasse nella “sua” Riace il partito più votato con il 30,7% delle preferenze: Mimmo Lucano, l’ormai ex sindaco profeta del “Modello Riace” assurto a simbolo dell’accoglienza dei migranti, ha riportato, in sovrappiù, una batosta elettorale anche alle Amministrative.

Maria Caterina Spanò, portabandiera della lista “Il Cielo Sopra Riace” in cui figurava anche il Primo Cittadino uscente, ha racimolato appena 320 voti (29,01%), venendo, dunque, scavalcata dagli altri due contendenti: Maurizio Cimino, leader di “Riacepuntozero”, che ha raccolto 321 preferenze (29,10%) ed Antonio Trifoli (Riace Rinasce), aggiudicatosi la sfida a tre grazie alla conquista di 462 consensi (41,89%). Alla squadra di Lucano spetterà un unico rappresentante in seno al Consiglio comunale: sarà la stessa Spanò.

Contenuti correlati