Scomparsa del dottor Antonio Demonte, punto di riferimento nell’emergenza Covid: la vicinanza dei rappresentanti istituzionali

Il responsabile del Servizio Sanità, Igiene ed Infettivologia dell’Asp di Vibo Valentia è scomparso stamattina. Ha avvertito un malore, presumibilmente un infarto, mentre si trovava nell’ex ospedale di Pizzo. Vani i tentativi di soccorso dei colleghi. Originario di Polia, aveva 62 anni, era sposato ed aveva un figlio. Ha giocato un ruolo chiave nell’emergenza Covid, occupandosi del rilevamento e del tracciamento dei casi. Innumerevoli gli attestati di stima e di vicinanza alla famiglia.

“Ho appreso con profonda tristezza – ha affermato il sindaco di Serra San Bruno, Alfredo Barillari – della scomparsa del dottor Antonio Demonte, medico dell’Asp di Vibo. Demonte è stato un punto di riferimento fondamentale per tutto il nostro territorio nel corso della emergenza pandemica. Ha aiutato me e tanti altri sindaci a combattere in giorni difficili e a dare risposte a tanti cittadini in difficoltà. Perdiamo un galantuomo abile a coltivare curiosità e passioni, tra cui quella per la micologia, spesso tema di proposte e chiacchierate. Alla famiglia e agli amici giungano le più sentite condoglianze”.

Il sindaco di Brognaturo Rossana Tassone e l’Amministrazione comunale ricorderanno “sempre il dottor Demonte per  l’umanità che ha dimostrato alla nostra comunità durante il periodo covid. Per la passione verso le nostre montagne che, con il suo ‘panaro’ girava, insieme al defunto sindaco Cosmo Tassone, alla ricerca di funghi. Nella terribile solitudine del dolore, esprimiamo il nostro cordoglio”.

“La scomparsa del dottor Antonio Demonte – ha sostenuto il deputato di Forza Italia Giuseppe Mangialavori – addolora l’intera comunità vibonese. Il dottor Demonte ha dedicato la propria vita ai suoi pazienti e a una professione che ha onorato come meglio non avrebbe potuto. Anche durante la pandemia di Covid ha dimostrato le sue straordinarie doti umane e mediche, impegnandosi senza risparmio per la collettività. La sua morte lascia un grande vuoto in tutti noi. Le più sincere condoglianze alla sua famiglia”.

“Quando se ne va un medico non scompare solo un operatore sanitario che si è preso cura di chi aveva bisogno ma anche un ‘confessore’ con cui tutti si confidano e si affidano con cieca fiducia”. Il consigliere regionale e coordinatore regionale in Calabria di “Italia al Centro” Francesco De Nisi ha affidato a queste parole la sua vicinanza alla famiglia. “Il dottor Demonte – ha ricordato De Nisi – ha incarnato perfettamente il senso della sua professione facendone una nobile missione di vita che lo ha portato a diventare un insostituibile punto di riferimento per l’intero territorio Vibonese. Durante la fase più acuta della pandemia da Coronavirus, chiamato a gestire la rilevazione e il tracciamento dei contagi, in totale sinergia con sindaci ed amministratori, non ha indietreggiato di un solo centimetro di fronte alla prevaricante minaccia, anteponendo gli interessi generali della collettività alla salute personale. Il dottor Demonte – ha concluso – è sempre stato totalmente a disposizione del comprensorio che lo aveva “eletto” suo paladino sanitario in un afflato di reciproca fiducia  da cui è scaturito un patrimonio di storie e di valori che, da oggi in poi, varrà la pena ricordare e trasmettere alla future generazioni”.

Contenuti correlati