Scivolone di Morra su Santelli: “I calabresi non vanno aiutati”. Meloni: “Si dimetta”

Vespaio di polemiche dopo l’intervista a “Radio Capital” di Nicola Morra. Dopo aver affondato i colpi su Domenico Tallini (“è stato il più votato nel collegio di Catanzaro, se non il più votato in Calabria. È la dimostrazione che ogni popolo ha la classe politica che si merita”), l’esponente del Movimento 5 Stelle ha dato il suo giudizio su come si sono espressi i calabresi alle ultime elezioni regionali: “sarò politicamente scorretto – ha dichiarato – ma era noto a tutti che la Presidente della Calabria Santelli fosse una grave malata oncologica. Umanamente ho sempre rispettato la defunta Jole Santelli, politicamente c’era un abisso. Se però ai calabresi questo è piaciuto, è la democrazia, ognuno dev’essere responsabile delle proprie scelte: hai sbagliato, nessuno ti deve aiutare, perché sei grande e grosso. La Calabria è irrecuperabile – ha aggiunto – fino a quando lo Stato non affronterà la situazione con piena consapevolezza”.

Morra ha poi ribadito che Gino Strada è il miglior nome per il commissario della sanità.

Frasi, quelle su Santelli, che hanno suscitato l’ira della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che lo ha apostrofato: “Questo signore, oltre che essere un parlamentare della Repubblica Italiana è anche Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia. Indegno, Dimettiti!”.

Contenuti correlati