Sciolto il Consiglio comunale di Tropea: arriva la Commissione straordinaria

La prossima tornata elettorale non interesserà il Comune di Tropea. Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Piantedosi, “alla luce degli accertati condizionamenti da parte della criminalità organizzata che compromettono il buon andamento dell’azione amministrativa, ai sensi dell’articolo 143 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267”, ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale e l’affidamento della gestione del Comune, per diciotto mesi, a una Commissione straordinaria. Termina, dunque, con un mese e mezzo di anticipo l’esperienza della compagine guidata dal sindaco Giovanni Macrì, risultata vincente alla competizione amministrativa del 2019.

La Commissione di accesso agli atti, inviata il 16 ottobre 2023 (la cui attività era stata prorogata a gennaio), aveva concluso il proprio lavoro con la richiesta di scioglimento.

Altri tre Comuni del Vibonese (Mileto, Nicotera e Stefanaconi) attendono ora di conoscere il loro destino.

Contenuti correlati