In scena uno spettacolo del Gruppo folcloristico musico-teatrale per ricordare la ferrovia Soverato-Chiaravalle

“Nu trenu chijnu ‘e ricuordi. ‘A littorina Vuci… Suoni… e sapuri ‘e ‘na vota”, questo è il titolo dello spettacolo che il Gruppo folcloristico musico-teatrale “Città di Chiaravalle” proporrà sabato 5 agosto alle ore 21.30 sul palcoscenico del piazzale Liceo.
Una serata di emozioni e allegria, un po’ diversa dalle rappresentazioni di teatro popolare, in virtù delle quali il pubblico si è abituato ad apprezzare il Gruppo nei suoi oltre quaranta anni di attività.
Il teatro ci sarà comunque, con le scenette comiche, assieme alla poesia, la musica e le opere filmiche, una delle quali ha come protagonista lo stesso gruppo.
Una serata di spettacolo, all’insegna dei ricordi, di un treno di ricordi. Un treno, come quelli recanti i vagoni sulla tratta ferroviaria Soverato-Chiaravalle, in servizio dal 1923 al 1969, che s’intrecciò con il destino di un territorio, ampliando confini e orizzonti e ne cambiò il corso portando genti, occasioni di lavoro e opportunità di sviluppo.
Ma il primo ricordo, in apertura di serata, andrà a Ciccio Maida, storico presidente del Gruppo folcloristico musico teatrale, prematuramente scomparso alcuni mesi fa.
Lo spettacolo è realizzato con la collaborazione di Maria Patrizia Sanzo, giornalista e Vittoria Camobreco, giornalista documentarista e scrittrice.
L’appuntamento è inserito nel cartellone estivo dell’Associazione “Agorà”, patrocinato dall’Amministrazione comunale.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento