Scarichi di materiale edile di risulta, segnalato il presunto autore

È sempre alta l’attenzione sull’ambiente nella provincia di Vibo Valentia. Il Procuratore della Repubblica, Camillo Falvo, si è più volte espresso sul tema sottolineandone la centralità e analoghe indicazioni, per quanto riguarda i Carabinieri, sono giunte anche dal Comandante della Legione Calabria, Gen. B. Pietro Salsano, estremamente sensibile su tutto quanto riguarda la tutela e salvaguardia del territorio.

Pertanto, nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Limbadi, unitamente a quelli della Stazione Forestale di Spilinga, nel corso di specifici servizi di controllo hanno individuato, nella località Gattota di quel comune, un artigiano intento a scaricare dal proprio camion materiale edile di risulta all’interno di un terreno privato, che privo di barriere è stato evidentemente ritenuto un comodo punto da utilizzare per il deposito incontrollato di rifiuti.

Il sopralluogo condotto dai Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica, ha fatto emergere infatti che l’area già altre volte era stata utilizzata per lo sversamento di rifiuti, tanto che è stata circoscritta un’area ben più ampia nella quale sono stati individuati più ammassi di spazzatura che interessano anche un costone erboso che degrada verso il letto di un torrente, con il concreto rischio di inquinamento per le acque e la possibilità che la spazzatura arrivi sino al mare. 

L’area è stata quindi posta sotto sequestro, il presunto autore dell’illecito segnalato alla Procura e il suo mezzo posto sotto sequestro.

Contenuti correlati