Scaricavano rifiuti in un’area oggetto di tutela paesaggistico-ambientale: denunciati due imprenditori

Oltre 800 metri cubi di rifiuti sono stati rinvenuti nei giorni scorsi dai militari della Stazione Forestale Carabinieri di Rossano in località Gamicella. I rifiuti sono stati abbandonati in un’area oggetto di tutela paesaggistico-ambientale in modo incontrollato tanto da trasformare l’area, molto vicina alla battigia, in una vera e propria discarica abusiva di rifiuti speciali non pericolosi tra i quali cemento, calcestruzzo, piastrelle, materiali ferrosi, plastici, frammenti di materiale coibentante, cartongesso ed altri. Tale smaltimento illecito, avvenuto su una superficie di circa 1900 metri quadri ha inoltre ostruito impedendo il libero deflusso delle acque di un fosso di scolo presente nell’area. Gli accertamenti del caso, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno individuato i responsabili della gestione illecita dei rifiuti e consequenziale apertura di discarica abusiva: si tratta di due imprenditori del luogo proprietari del terreno, deferiti alla Procura della Repubblica di Castrovillari che ha coordinato l’attività investigativa.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento