Sanità e trasferimenti da Serra verso Vibo, il sindaco di Mongiana chiede spiegazioni al commissario dell’Asp

“È una situazione surreale. Vedere il proprio territorio deserto, dover rispondere costantemente alle preoccupazioni della cittadinanza in merito ad una situazione emergenziale come quella del Coronavirus, dover lottare contro una minaccia invisibile potendo contare su esigue risorse e strumenti, ed in tutto questo, dover assistere a delle scelte scellerate ed incomprensibili come quella di emettere un’ordine di servizio per spostare personale amministrativo delle aziende sanitarie da Serra San Bruno a Vibo, questo è veramente surreale”.

Una dichiarazione di rifiuto rispetto ai recenti provvedimenti adottati arriva anche dal sindaco di Mongiana Francesco Angilletta che parla di “decisioni prese senza considerare in alcun modo i rappresentanti del territorio”. Angilletta si chiede “dove sia il buon senso in tutto questo” e pretende “spiegazioni sui motivi di queste scelte”. “Siamo impegnati a tempo pieno – sostiene – nella battaglia di un male esterno. Se dobbiamo anche pensare a doverci difendere da chi ha il compito di tutelare le nostre comunità allora crollerà tutto. L’invito al commissario dell’Azienda sanitaria provinciale è quello di rivedere e rivalutare le proprie decisioni. Il territorio montano – conclude – continua ad avere bisogno di presidi assistenziali funzionanti”.

Contenuti correlati