Ritrovato dopo 27 anni il fucile con il quale fu ucciso il giudice Scopelliti

“É senza dubbio un passo in avanti per raggiungere la verità. Il ritrovamento apre scenari importanti per appurare i responsabili di questo odioso crimine, confermando importanti recenti intuizioni investigative”.

Il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, ha commentato così il ritrovamento del fucile calibro 12 con il quale esattamente 27 anni fa fu ucciso a Villa San Giovanni il giudice della Corte di cassazione Antonino Scopelliti.
L’arma è stata rinvenuta grazie al lavoro della Dda reggina, coadiuvata dalla Squadra mobile.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento