Rinnovato il Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Reggio: una battaglia con 15 vincitori

Sono state celebrate giovedì  e venerdì scorsi le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Reggio Calabria. Complessivamente 1234 i voti espressi, 1230 quelli validi. Quarantaquattro gli aspiranti che hanno battagliato per conquistare l’accesso alla ristretta organizzazione. L’esito delle urne, allestite presso la sede di via Logoteta,è emerso nella tarda serata di sabato al termine delle operazioni di scrutinio avviate alle 9 di mattina e conclusesi poco prima della mezzanotte. Iscritti con diritto di voto: 2548 (2443 iscritti nella Sezione “A” , 94 iscritti nella Sezione “B”, 11 iscritti nella Sezione “A + B”). Questi i nomi dei professionisti, appartenenti alla Sezione “A”, che andranno a formare l’organismo per il prossimo quadriennio (2017-2021): Santo Salvatore Vermiglio (563 voti), Rosario Brandolino (544), Mariangela Cama (548), Stefano Muscari Tomajoli (507), Antonio Catanoso (495), Maria Abbia (466), Margherita Carmela Infortuna (450), Antonino Di Benedetto (446), Salvatore Greco (444), Antonio Carmelo Pallone (430), Arcangelo Strano (428), Tommaso Melchini (415), Ilario Tassone (410), Luigi Antonio Meduri (408). Elvira Alvaro, entrata in Consiglio grazie ai 431 consensi conquistati, è l’unica rappresentante della Sezione B. La nascita dell’Ordine degli Architetti della provincia di Reggio Calabria risale a marzo di 39 anni fa.  Gli Ordini Provinciali degli Architetti ed il Consiglio Nazionale Architetti compiono, secondo quanto prescritto dalla Legge 24 giugno 1923, n. 1395, numerose attività: come si legge sul sito dell’ente: “formano, aggiornano e pubblicano l’albo; danno parere sulle controversie professionali e su liquidazione di onorari e spese; tutelano l’esercizio della professione, combattendone quello abusivo e l’uso abusivo del titolo professionale; svolgono compiti di magistratura nei confronti degli iscritti reprimendo abusi e mancanze di cui fossero colpevoli nell’esercizio della professione”. Tra qualche giorno il Consiglio provvederà all’elezione del nuovo presidente.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento