Rifiuti bruciati illecitamente: denunce e sequestri dei Carabinieri Forestali

Interventi a Torano e Marano Principato

Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cosenza nelle scorse settimane sono intervenuti in località Piano delle Forche del Comune di Marano Principato, in particolare alle spalle delle gradinate del campo di calcio comunale dove hanno accertato la combustione di rifiuti urbani ingombranti depositati in modo incontrollato sul suolo che emanavano grosse colonne di fumo nero e maleodorante.

Per domare le fiamme sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Cosenza. L’area comunale trasformata in deposito di rifiuti è stata posta sotto sequestro e dagli accertamenti e indagini effettuate gli investigatori hanno proceduto alla denuncia del sindaco e dell’Amministratore della società che gestisce la raccolta dei rifiuti urbani. Continuano, invece, le indagini atte ad identificare l’autore della combustione dei rifiuti presenti nell’area sotto sequestro. Altro intervento ha portato alla denuncia nei giorni scorsi di un uomo di Torano che dovrà rispondere del reato di smaltimento illecito mediante abbruciamento di rifiuti speciali non pericolosi. In questa circostanza ad intervenire sono stati i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cerzeto i quali, attirati da una colonna di fumo lungo la Strada Provinciale 241, sono giunti ad un fabbricato in località “Cutura” di Torano. In un piazzale adiacente si stavano bruciando, all’interno di un fusto metallico, rifiuti speciali in materiale plastico che producevano fumi maleodoranti, fumi che si erano propagati nelle vicine abitazioni e agli insediamenti industriali limitrofi. Inoltre, sono state accertate le evidenti e pregresse tracce di combustione che confermano come tale attività illecita fosse in atto già da diverso tempo. Oltre alla denuncia dell’uomo sono stati sequestrati il bidone in metallo e l’area circostante.

Contenuti correlati