Riace, divieto di dimora confermato per Mimmo Lucano

Non arrivano buone notizie per il sindaco (sospeso) di Riace Mimmo Lucano. Il divieto di dimora – disposto nell’ambito dell’inchiesta “Xenia” condotta dalla Procura della Repubblica, che mirava a fare luce su presunti illeciti nella gestione dei migranti, oltre che su alcuni matrimoni che sarebbero stati “organizzati” – è stato confermato dal Tribunale del riesame di Reggio Calabria. 

La nuova decisiva del Tribunale si è resa necessaria a seguito della pronuncia della Corte di Cassazione che aveva annullato l’ordinanza con cui il riesame avevano respinto il ricorso dei legali di Lucano ed aveva rinviato gli atti.

Contenuti correlati