Renzi a Ricadi, piovono le critiche. Lo Bianco (FdI): “Cosa ha fatto per la Calabria?”

Arrivano nuove critiche nei confronti dell’ex premier Matteo Renzi, che in questi giorni fa tappa in Calabria.
“Apprendo dalla stampa – sostiene il coordinatore di Fratelli D’Italia di Vibo Valentia, Anthony Lo Bianco – che l’intero Circolo del PD di Ricadi sprizza euforia e grande gioia per essere riuscito ad inserire una tappa del viaggio di Renzi all’interno del proprio Comune. Leggo inoltre che da circa tre anni, Ricadi è diventata meta di esponenti politici di spicco della scena nazionale ed internazionale: l’On. Roberto Speranza e l’On. Lorenzo Guerin. Ma tutte queste visite illustri – si chiede l’esponente di destra – oltre ad effettuare passerelle elettorali per politici locali, cosa hanno fatto?
Nel periodo estivo troviamo migliaia di turisti che son costretti a convivere con una realtà quantomai negativa, considerando erbacce e strade fatiscenti, per non parlare della situazione della stessa stazione. Una domanda – prosegue Lo Bianco – però mi sorge spontanea, Come mai per questo ‘giro turistico di Renzi’, non è stata utilizzata l’autostrada da loro stessi inaugurata? Inoltre la stazione di Ricadi, nella quale annualmente giungono migliaia di turisti da tutto il mondo, per la stagione estiva, non ha di certo brillato per quando riguarda pulizia e decoro.
Evidentemente si ritiene più importante far bella figura per un segretario di partito e non per le migliaia di turisti che ‘fanno muovere l’intera economia del Vibonese’. Perché – è l’altro interrogativo – i soldi per pulire e sistemare si trovano solo in queste occasioni? Ritengo quindi ‘colpevoli’ le Istituzioni, di voler mostrare a Renzi una realtà che non esiste. Mezzi ed uomini che lustrano dove dovrà passare il segretario del PD, mentre nella maggior parte delle strade dello stesso comune troviamo erbacce, buche, cavità ed avvallamenti che costituiscono un pericolo per la circolazione di pedoni, ciclisti e conducenti di ciclomotori e automobili. Inoltre manti stradali danneggiati, buche a non finire e una situazione di dissesto generale dove le strade dell’intera provincia vibonese sono un vero e proprio colabrodo vista l’assenza di un’adeguata manutenzione.
Chissà se Renzi è a conoscenza che in occasione della sua visita vengono utilizzate forze e risorse straordinarie per apparire ordinati mentre nell’intera provincia troviamo la gente comune costretta a convivere con una realtà letteralmente diversa.
Perché – sono le domande finali – per i cittadini che pagano fior di quattrini questi servizi mancano? Come mai i mezzi ed i soldi si trovano per pulire e risistemare soltanto in eventi straordinari?”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento