Regione, la legislatura si chiude male: Oliverio annuncia l’esercizio provvisorio

La cattiva abitudine di non approvare il bilancio di previsione entro la fine dell’anno precedente a quello di riferimento era stata interrotta con il presidente Giuseppe Scopelliti (con la sola eccezione del bilancio 2015). Adesso, si torna al passato.

Nel Consiglio regionale odierno il governatore Mario Oliverio, oltre a confermare la data delle elezioni per il 26 gennaio, ha esplicitato la richiesta di esercizio provvisorio motivando la decisione con la volontà di non impegnare il futuro governo regionale.

I rumors parlano, però, di difficoltà a chiudere il bilancio. Il consigliere Gianluca Gallo ha addirittura paventato il “rischio di default” citando fonti interne alla stessa Regione e spiegando che il prossimo bilancio sarà “approvato non prima di aprile”.

Se per Baldo Esposito i motivi della mancata approvazione del bilancio nei termini risiedono nell’inesistenza di una maggioranza politica, per Carlo Guccione “in questi 5 anni non si è fatto nulla per evitare il giudizio di parifica della Corte dei Conti e la richiesta dell’esercizio provvisorio all’insaputa di tutti è una mancanza di rispetto”. Fausto Orsomarso ha poi rilevato che “Pd e Oliverio non stanno più insieme” e Orlandino Greco ha sottolineato che “la maggioranza non c’è più”.

Contenuti correlati