Regionali, il centrosinistra che sta con Oliverio lavora al programma elettorale

Lunedì 4 novembre, dalle 14 alle 20, appuntamento a Lamezia Terme

La coalizione di una parte del centro-sinistra (quella che sostiene la ricandidatura di Mario Oliverio alla presidenza della Regione), coordinata da Luigi Incarnato, ha deciso di avviare un ampio confronto con le forze sociali e produttive per individuare i temi di più rilevante interesse per lo sviluppo della Calabria.

Ciò al fine di costruire un programma elettorale per le prossime elezioni regionali che sia condiviso e partecipato. In tale direzione è in corso di organizzazione per lunedì 4 novembre dalle 14 alle 20 un focus programmatico articolato in sedute plenarie e sette tavoli specifici presso l’azienda Dinamica Pachaging (ex SIR), nella zona industriale “Papa Benedetto XVI,” comparto 3, a Lamezia Terme. L’impostazione programmatica è sostenuta da un’analisi della collocazione della Calabria tra Europa e Mediterraneo, da una corretta trattazione del rapporto tra autonomia regionale e meridionalismo e da un rinnovato rapporto tra la Calabria e lo Stato, da impegni concreti sul terreno della legalità e della lotta alla mafia, dalle scelte per la promozione di una classe dirigente capace e competente. Gli argomenti tematici oggetto di approfondimento si svilupperanno tra progetti e investimenti già realizzati e/o in corso e programmi di completamento, integrazione e innovazione. I tavoli tematici saranno così articolati: 1. La Calabria più COMPETITIVA Investimenti nella ricerca e nell’università, nella formazione universitaria e nei mater, nelle start up innovative, nell’ammodernamento delle aziende nei vari settori produttivi (industria, agricoltura, turismo) e dei servizi della pubblica amministrazione. Il ruolo strategico della formazione e delle pari opportunità per tutti, della ricerca universitaria collegata al mondo della produzione, della promozione delle start up e della crescita della conoscenza collettiva. Il ruolo del Porto di Gioia Tauro e della Zes, agenda digitale. 2. La Calabria più SICURA Piano delle discariche e dei rifiuti, acqua pubblica e razionalizzazione del ciclo integrato delle acque, sistema delle dighe, investimenti nei settori del rischio idrogeologico e di erosione costiera, programma scuole sicure. 3. La Calabria più ACCESSIBILE Misure sul trasporto ferroviario, nuova ferrovia ionica, macrolotto 106 e piano Anas, sistema delle metropolitane regionali, sistema aeroportuale calabrese, piano della portualità. 4. La Calabria più EQUA Progetti e scelte per l’eliminazione del precariato, per la riforma del welfare, politiche nel campo delle dell’accoglienza e dell’integrazione. Una questione specifica è quella relativa alla sanità per la scelta del Governo nazionale di perpetuare, anzi aggravare, il commissariamento del settore. 5. La Calabria con più ATTRATTIVA Programma regionale dei BBCC, animazione dei territori, turismo e Film Commission: un campo di iniziative e di nuova programmazione in tutti i settori dei beni culturali e dell’animazione culturale delle città e dei territori. Una “nuova narrazione“ della Calabria in grado di combattere un’esaltazione dei fatti negativi oscurando le positività della Calabria. 6. La Calabria più SOSTENIBILE Politiche territoriali, agenda urbana e zone interne, ed, in particolare, progetto borghi e progetti per ricucire e valorizzare il territorio in chiave turistica e sociale, ripopolamento delle zone interne, non solo sul versante del recupero fisico, ma anche di crescita delle attività turistiche e artigianali. 7. La Calabria più VICINA AI CITTADINI La scelta della separazione tra programmazione e gestione, il ruolo dei comuni e degli altri enti territoriali nella gestione delle risorse, la eliminazione di enti e società regionali, il risanamento e il rilancio delle società strategiche. Per ogni argomento saranno indicati e documentati i fatti più importanti e significativi prodotti dall’attuale Giunta regionale, rispetto ai quali si svilupperà nella discussione un approfondimento con l’acquisizione di proposte di innovazione, integrazione e, eventualmente, correzioni rispetto alle attività svolte. In parallelo, attraverso l’organizzazione dell’evento sui social, si potranno trasmette contributi e documentazione utile per la redazione finale del programma per le elezioni regionali. Il confronto proseguirà, con specifiche iniziative di approfondimento, nei vari territori della Calabria fino alla redazione di un documento di sintesi finale.

Contenuti correlati