Reddito di cittadinanza, mancate assunzioni nei Centri per l’Impiego: la Regione si chiama fuori

«Rimedieremo a tutta una serie di storture create dal Reddito di cittadinanza, nella convinzione che il potenziamento dei Centri per l’impiego sia fondamentale. I ritardi che richiama il parlamentare D’ippolito non sono ascrivibili alla Regione. Il suo, peraltro, sembra un allarmismo del tutto tardivo».
È quanto dichiara l’assessore al Lavoro della Giunta regionale, Fausto Orsomarso, in merito alle recenti dichiarazioni del deputato Giuseppe D’Ippolito.


«RDC INADEGUATO»
«La premessa – spiega Orsomarso – è che il Reddito di cittadinanza è una misura inadatta a creare nuovi occupati in Italia e soprattutto in Calabria: è sotto gli occhi di tutti, come dimostra la mancanza di lavoratori per la stagione turistica in corso».
IN ATTESA DI RISPOSTE
«Per il resto – aggiunge l’assessore –, tranquillizzo D’Ippolito rispetto alle responsabilità della Regione. Non appena insediati, abbiamo ripreso in mano una situazione di cui il Deputato stesso dovrebbe chiedere conto a chi ci ha preceduto. Ci sono state più riunioni con la Catalfo, che D’Ippolito dovrebbe conoscere, visto che è stata ministro del suo schieramento. E aspettiamo le risposte del ministro del Lavoro Orlando in merito al potenziamento delle infrastrutture tecnologiche e delle sedi».
«Abbiamo da tempo mandato ai ministeri competenti – aggiunge l’assessore – un primo piano di potenziamento infrastrutturale e tecnologico, con tanto di preventivo sulle risorse necessarie. Attendiamo risposte anche su questo. Quel che è certo è che esiste l’opportunità di riqualificare i Cpi calabresi e, su questo aspetto, il nostro lavoro è stato straordinario».
«La Regione – sottolinea Orsomarso –, ha messo a punto tutti i documenti, anche quelli del passato, che erano piuttosto lacunosi. Abbiamo iscritto in bilancio le risorse per i concorsi e siamo pronti a farli. Oltre alle risposte dei ministeri, attendiamo anche l’approvazione del rendiconto da parte dei revisori, per poter iscrivere le somme in bilancio, e il piano dei fabbisogni, in cui sono state già inserite 540 unità lavorative».
I NAVIGATOR
«I nostri dirigenti hanno già incontrato già tutti i sindaci. Adesso – conclude l’assessore –, bisogna aspettare i tempi tecnici e avere il via libera al rendiconto, che è collegato al bilancio. Sul potenziamento dei Cpi, faremo un bando di selezione, che darà un punteggio aggiuntivo ai nostri laureati, ai navigator e a tutti quelli che hanno maturato un’esperienza in più, per poter porre rimedio a questa nuova disoccupazione creata dal reddito di cittadinanza. Ho incontrato più volte i navigator, anche insieme ad Anpal, e abbiamo annunciato loro questa opportunità. È pronta la procedura Consip per selezionare la società che farà i concorsi».

Contenuti correlati