Rapinano un’anziana: incastrati dalle telecamere di sorveglianza

i due sono finiti ai domiciliari

Nella mattinata del 13 aprile scorso, a conclusione di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, la Squadra Mobile reggina – coadiuvata da personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di H.F. 21 anni e T.M., 41 enne, indagati per il reato di rapina in concorso.


Le indagini, avviate dagli investigatori della Squadra Mobile, coordinati dal Procuratore Aggiunto Gerardo Dominijanni e dal Sostituto Procuratore Diego Capece Minutolo, hanno consentito di fornire gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei due soggetti che, in pieno giorno, dopo aver spinto e fatto cadere un uomo sessantenne, gli hanno strappato dal collo una collana con crocefisso in oro.
Per giungere al risultato investigativo è stato determinante il lavoro degli agenti della Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile, che hanno ricostruito l’azione delittuosa attraverso la ricerca e l’esame delle immagini estrapolate dai sistemi di video sorveglianza presenti nella zona, ed hanno permesso l’inequivocabile identificazione dei due soggetti responsabili della rapina ai danni dell’anziana vittima.

Contenuti correlati