Raccolta fondi per l’ospedale di Vibo, toccata quota 10.000 euro

L’associazione Valentia in collaborazione con “Calabriafood Official” e “Welcome to Favelas Vibocomunica, comunicano con grande soddisfazione, che a meno di 48 ore dal lancio della raccolta fondi avviata al fine di sostenere e potenziare il reparto di terapia intensiva dell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia, è stato raggiunto e superato il primo obiettivo fissato a 10.000 euro.

In virtù dell’attenzione che tutti i cittadini hanno riservato all’iniziativa dell’associazione, schierata in prima linea per contribuire al contrasto della diffusione del Codiv-19, Valentia ha deciso di alzare l’asticella del traguardo e tentare di raggiungere, nel più breve tempo possibile, il totale di 15.000 euro. Ad obiettivo raggiunto, la somma donata sarà interamente ed immediatamente  utilizzata per l’acquisto di materiale medico e/o sanitario e delle strumentazioni necessarie per il reparto, secondo le esigenze indicate e  le richieste avanzate dai responsabili dello stesso presidio ospedaliero.  

Ad acquisto avvenuto sarà fornita e resa pubblica la documentazione relativa alla spesa sostenuta. 

“Cogliamo l’occasione – spiega l’associazione – per ringraziare di cuore gli oltre 500 donatori che hanno voluto contribuire a questa raccolta fondi, riponendo totale fiducia nel nostro operato e dimostrando concretamente che solo rimanendo uniti si possono raggiungere i più ambiziosi traguardi. 

Ed ora questa città ha bisogno di tutti noi. Valentia vuole arrivare più in alto per raggiungere quota 15.000 euro. Ricordiamo a tutti coloro che desiderano fare una prima o una nuova donazione che dovranno  collegarsi all’indirizzo https://www.gofundme.com/f/raccolta-fondi-a-favore-dell039ospedale-jazzolino ed eseguire la semplice operazione, al termine della quale, una volta andata a buon fine la donazione, riceveranno la relativa mail di conferma del contributo versato. 

Non ci resta che ricordare – è la conclusione – che è il momento in cui ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte e che, solo rimanendo uniti e camminando insieme per raggiungere uno scopo comune, usciremo presto vincitori da questa importante battaglia. Una mano sul cuore e l’altra sulla coscienza. Grazie a tutti”.

Contenuti correlati