Punta la pistola contro il figlio e lo minaccia di morte: 58enne arrestato dai Carabinieri

Durante un servizio di controllo del territorio, nella mattinata odierna, un 58enne è stato tratto in arresto in flagranza del reato di porto illegale in luogo pubblico di arma comune da sparo dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni diretta dal Capitano Giuliano Carulli. S.V., queste le iniziali dell’uomo finito in manette, contestualmente è stato denunciato per detenzione abusiva di munizioni e minaccia aggravata. L’uomo, secondo quanto sostenuto dagli inquirenti, aveva portato al di fuori della propria abitazione, senza la prevista licenza dell’autorità, una pistola semiautomatica marca “Colt”, calibro 7,65, puntandola contro il proprio figlio, minacciandolo anche di morte, mentre quest’ultimo si trovava a bordo della propria autovettura, parcheggiata in luogo pubblico.
Al termine della successiva perquisizione personale e domiciliare nell’abitazione di residenza dell’uomo, originario di Reggio Calabria, sono stati rinvenuti, oltre alla pistola, e sottoposti a sequestro: un fucile calibro 16, marca Bernardelli, a canne laterali; un fucile calibro 20, marca Kocchoerell a due canne laterali; un fucile calibro 16, marca Damasco; un fucile calibro 24, marca Vetere; una cartuccia calibro 20 marca Giulio Fiocchi Lecco; una cartuccia calibro 24 marca Giulio Fiocchi Lecco. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria “Arghillà”, in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento