Pungitore esalta la vittoria di Vono: “La nostra battaglia per la Trasversale delle Serre acquisisce ancora più forza”

“La nostra battaglia per la Trasversale delle Serre adesso acquisisce ancora più forza”. Lo dichiara, in una nota, il presidente del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato”, Francesco Pungitore, commentando “con viva soddisfazione” l’elezione al Senato della vicepresidente del sodalizio, Silvia Vono. “L’ingresso del Comitato in uno dei due rami del Parlamento è un fatto che consegniamo con orgoglio alla storia del nostro Paese – prosegue Pungitore. – C’è da riflettere sul fatto che una piccola ma agguerrita associazione di persone, di liberi cittadini calabresi, sia riuscita a conquistare un risultato di enorme prestigio e risonanza, lì dove hanno fallito partiti e consorterie consolidati nel tempo ma ancorati ad un vecchio e fallimentare modo di considerare i problemi del territorio. Quanto realizzato dal Comitato può valere come modello, speranza ed esempio per il futuro e per le giovani generazioni in modo particolare. Abbiamo lottato e stiamo lottando per sbloccare i cantieri dell’incompiuta superstrada Jonio-Tirreno ma, anche e soprattutto, per attirare l’attenzione più generale della politica su una vasta porzione di territorio calabrese che lamenta ritardi infrastrutturali e occupazionali gravissimi. Un territorio da sempre poco e male rappresentato, a tutti i livelli, che invece, adesso, potrà avere una figura di riferimento importante in Silvia Vono: una donna che ama questo territorio, lo difende e lo rappresenta”. “Sicuramente – sottolinea il presidente del Comitato – adesso si apre una fase nuova anche per noi, perché avremo la possibilità di portare direttamente in Parlamento le nostre istanze, senza filtri e mediazioni. E mi riferisco alle linee guida che abbiamo proposto all’attenzione di tutti i candidati impegnati in questa competizione elettorale, a cominciare dal commissariamento immediato del compartimento Anas della Calabria”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento