Promessa mantenuta dall’assessore Delfino: agli assistenti educativi gli stipendi di settembre e, tra pochi giorni, quelli di ottobre

“Come promesso nei mesi precedenti ed a conclusione di un proficuo confronto con le cooperative, alle quali va il mio ringraziamento, che gestiscono il servizio dell’assistenza educativa scolastica per il Comune di Reggio Calabria, nella giornata di oggi, 22 novembre, verranno pagati ai dipendenti gli emolumenti relativi al mese di settembre e, nel giro di una settimana, massimo dieci giorni, anche quelli relativi al mese di ottobre, fresco di rendicontazione”. Ad annunciarlo, con tono misurato e, al tempo stesso, soddisfatto, è Demetrio Delfino, assessore comunale al Welfare. E’ lo stesso esponente della Giunta, scendendo nel dettaglio, a spiegare che: “Sono stati risolti i problemi tecnici relativi alla fatturazione del mese di giugno dello scorso anno scolastico, così da poter procedere ad un’utile lavorazione della pratica a brevissimo. Inoltre, anche se i tempi in questa circostanza non dipendono dall’attività dell’Amministrazione comunale, ma dalla diligente attività di altri uffici, siamo speranzosi di riuscire a far avere il TFR dello scorso anno scolastico nelle tasche degli assistenti educativi per questo Natale.

Il dialogo continuo con le cooperative interessate e l’impegno profuso dall’intero settore permetteranno la richiesta di anticipo del 30% sull’intero importo delle somme date in gara d’appalto, favorendo una liquidità che dovrà essere usata per il pagamento delle prossime mensilità così da non creare ritardi”. “Ricordiamo, inoltre, che è stato aumentato – aggiunge il rappresentante dell’Esecutivo di Palazzo San Giorgio – il livello degli educatori arrivando al B1 con il relativo profilo e conseguente tariffa oraria lorda, in più il contratto è biennale e non più annuale così da dare continuità al servizio e maggiore tranquillità ai lavoratori ed alle cooperative”. Nella consapevolezza che i processi lavorativi e le scelte effettuate possano sempre essere migliorate e, pur sapendo che alcuni di questi passaggi prospettati devono ancora compiutamente realizzarsi nella pratica, si ritiene – confessa Demetrio Delfino – di aver mantenuto tutti gli impegni presi, a garanzia del servizio, degli utenti e dei lavoratori”.

Contenuti correlati