Progetto Grassetto. Fimiano, Mazzei, Ciambrone e Petruzza: “Servono azioni celeri e non pratiche dilatorie”

"La volontà delle associazioni, dei cittadini e delle forze politiche è stata quella di aprire un immediato confronto"

“Ringraziamo ancora una volta la cittadinanza per una partecipazione unica, per la nostra comunità, al Consiglio comunale in adunanza aperta sul progetto Grassetto”.

I consiglieri comunali Raffaele Fimiano ed Andrea Mazzei del gruppo consiliare “Se la ami la cambi”, Luigi Ciambrone del gruppo consiliare “Pensiero Libero” e Nicola Petruzza del gruppo consiliare “Impegno Popolare”, tornano su un tema molto sentito dalla popolazione e chiedono al sindaco Antonio Sciumbata ed al capogruppo consiliare di “Impegno Popolare” Serena Notaro un incontro per prevedere azioni ed atti politici consequenziali al consiglio comunale svoltosi il 7 gennaio. “La richiesta – spiegano Fimiano, Mazzei, Ciambrone e Petruzza – è motivata dall’esigenza, emersa durante il civico consesso, di valutare le modifiche migliorative per Caraffa ed i caraffoti.” “Infatti, – specificano i quattro consiglieri – la volontà manifestata da parte delle associazioni, dei cittadini e delle forze politiche è stata quella di aprire un immediato confronto sull’evoluzione della pratica ‘Grassetto Costruzioni'”. “Per tali ragioni – rimarcano i consiglieri – abbiamo fatto la richiesta di un incontro nel breve periodo per poter dare seguito alle esigenze emerse e prevedere un successivo momento allargato a tutte le parti sociali, politiche ed economiche di Caraffa”.
“L’augurio – concludono Fimiano, Mazzei, Ciambrone e Petruzza – é che non si perda tempo aspettando, senza valutare la volontà espressa. Sarebbe invece opportuno tracciare una strada maestra e prendere decisioni ora e non dopo quando potrebbe essere troppo tardi”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento