Processo “Poseidone”: assolti tutti gli imputati

Il Collegio Giudicante del Tribunale di Catanzaro ha assolto tutte le persone indagate nell’ambito dell’inchiesta denominata “Poseidone”. Il processo, sbocco di un’indagine condotta da Luigi De Magistris, in passato sostituto procuratore presso il capoluogo calabrese ed oggi sindaco di Napoli, aveva ad oggetto le sospette condotte illecite nella modalità gestionale degli affari legati alla depurazione in Calabria. Imputati erano, fra gli altri, Giuseppe Chiaravalloti, già presidente della Regione; l’ingegner Antonio Caliò, membro della Commissione incaricata di esaminare la concessione dei lavori per la realizzazione del depuratore a Catanzaro Lido. E’ intervenuta la prescrizione e, di conseguenza, il non doversi procedere, per quel che riguarda le posizioni di Domenico Basile, all’epoca dei fatti assessore regionale all’Ambiente, e di Bruno Barbera, che ricopriva l’incarico di Commissario dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal).

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento