Presentato “Serrestate”, Tassone: “Promuoviamo il territorio con una stagione estiva di grande importanza”

Valorizzare il territorio attraverso l’esaltazione delle sue bellezze naturali, storiche ed artistiche e la predisposizione di eventi sociali, culturali e sportivi in grado di “coinvolgere tutte le fasce d’età”. Con questo scopo e con lo spirito di sorprendere residenti e visitatori, inducendoli a ritornare, è stato costruito il programma di “Serrestate”, l’ormai tradizionale cartellone agostano.

A spiegare i dettagli del palinsesto è stato il sindaco Lugi Tassone, il quale ha premesso che “abbiamo lavorato per rendere Serra accogliente, pulita ed ordinata, intervenendo su quasi tutte le strade comunali, abbellendo piazze ed aiuole e rendendo la città degna di questo nome”. Un “lavoro” che è stato “percepito da residenti e turisti”.

Il primo cittadino è quindi entrato nel vivo del programma che, nella sua prima parte, prevede la tre giorni (3-5 agosto) di “Serrasuoni” nella quale si esibiranno i “Parafoné”, i “Walking Trees” e la “Enrico Pitaro band”, i festeggiamenti per i 40 anni di Radio Serra (6-7 agosto) e “Serreinfestival”, che sarà aperto dal giornalista Massimo Giletti. La vigilia di Ferragosto, in occasione della Festa di Maria Santissima Assunta in Cielo, ci sarà il concerto di Alexia. Dopo la Festa di San Rocco (16 agosto), avranno luogo le esibizioni delle scuole di danza locali (17-18 agosto), gli eventi musicali (19-22 agosto) e le Libertiadi di Calabria (24-26 agosto). Chiuderà il “Gioca bimbi”.

Tassone, che ha precisato che gli eventi sono stati pubblicizzati in più province, ha ringraziato le associazioni che hanno collaborato per l’organizzazione delle iniziative, il consigliere regionale Michele Mirabello per l’interlocuzione con la Regione Calabria, e il già deputato Bruno Censore, promotore dell’associazione “Condivisioni” che è l’autrice del “Serreinfestival”. Il sindaco ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa biasimando coloro che “ancora prima della presentazione hanno fatto il processo alle intenzioni”. A fargli eco è stato il consigliere Walter Lagrotteria che ha sostenuto che “purtroppo c’è chi prega perché tutto vada male”, mentre “noi pensiamo positivo”. Lo stesso Lagrotteria, specificato che “a differenza di altri paesi, noi non chiediamo risorse ai cittadini”, ha rilevato che al centro di “Serrasuoni” ci saranno “i suoni del Sud, il senso di appartenenza al territorio e la reinterpretazione della sua storia”. Sottolineata inoltre “la rilevanza di Visit Serra San Bruno, che è uno strumento a supporto dei turisti” e l’apporto delle associazioni “Civitas bruniana” e “Abete bianco”.

“Nonostante le difficoltà economiche – ha affermato la presidente del Consiglio comunale Maria Rosaria Franzè – siamo riusciti a coprire quasi tutti i giorni di agosto e ora puntiamo a storicizzare gli eventi. A mio avviso, va evidenziato la manifestazione ‘In piazza per la solidarietà’ durante la quale le associazioni di volontariato esporranno i punti cardine delle loro attività”. Non è mancato un richiamo al movimento civico “Liberamente, comunque mai citato: “Mi sarei aspettata che chi muove critiche, elaborasse anche proposte”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento