“Premio Serrao”, Filadelfia protagonista nel mondo della musica: FOTO

Viva soddisfazione del presidente dell’Associazione Melody Francesco Conidi per il bilancio ritenuto “eccellente” della undicesima edizione del Concorso musicale internazionale “Città di Filadelfia – Premio Speciale Paolo Serrao”, con il sostegno dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio De Nisi conclusosi venerdì, all’Auditorium comunale dopo un’intensa settimana di esibizioni, che ha impegnato oltre 300 giovani e talentuosi esecutori, provenienti da ogni parte d’Italia, e da 29 Paesi dell’Unione Europea e dal mondo.

Tra le sezioni del concorso, tanti i talenti che hanno brillato a cui sono stati assegnati le Borse di Studio: 

Sezione Arpa: Diana Sevova (Russia); 

Sezione Chitarra: Davide Piluso e Michele Francesco De Fazio; 

Sezione Fiati: Federica Albanese, Chiara Maria Beatrice Cannavale, Dahye Kwon (Korea), Tian Junjie; 

Sezione Musica da Camera: il Trio Contemporaneo; 

Sezione Percussioni: Rodriguez Morales J. E. Marimba (Messico), Suzanne Blanc – Marimba (Francia),  Lukasz Ciesiolkiewicz – Vibrafono (Polonia), Gabriele Malgeri – Batteria. 

Votazioni altissime sono state ottenute anche da molti giovanissimi, che hanno letteralmente incantato le giurie (composte da illustri professionisti e presiedute dai maestri Vsevolod Dvorkin, Jacov Zats, Sandro Tani, Dessi Peteva, Fabio Costantino, Fiona  Foo Po Jee e Thierry Miroglio).

Per le sezioni scuole medie, scuole private di musica e licei musicali sono state premiati l’Istituto comprensivo di San Costantino Calabro, l’Istituto comprensivo di Mammola – Marina di Goiosa, ed il Liceo musicale di Crotone. 

Domenica 26 maggio è prevista la sezione Bande Musicali Orchestre di fiati che concluderà il Filadelfia Festival 2019.

“Il ritorno dell’iniziativa – spiegano i promotori – si è rivelato eccellente non solo sotto il profilo culturale: ottime, infatti, le ricadute sul piano turistico, grazie alla presenza a Filadelfia e dintorni, fra partecipanti al Concorso e accompagnatori, di circa 1000 persone”.

Contenuti correlati