Pistola nascosta dietro un cespuglio vicino la scuola: 27enne in manette

Il giovane è accusato di detenzione e porto di arma da sparo clandestina e ricettazione

La pistola trovata dai Carabinieri

Nel pomeriggio di sabato, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in genere, i Carabinieri della Stazione di Gioia Tauro, assieme ai colleghi del Nucleo radiomobile della Compagnia, hanno arresto in flagranza di reato, A.A, 27enne, pregiudicato, poiché accusato di detenzione e porto illegale di arma da sparo clandestina e ricettazione.

In particolare i Carabinieri hanno sorpreso l’uomo mentre tentava di recuperare, da un cespuglio posto nelle vicinanze della scuola per l’infanzia di via Asmara, una pistola marca Zoraki 914 calibro 9, con matricola abrasa, occultata all’interno di un sacchetto in plastica.
I primi accertamenti svolti hanno permesso di appurare che l’arma, originariamente a salve ed in perfetto stato d’uso, è stata modificata nelle sue parti essenziali al fine di consentirle una capacità di fuoco identica ad un’arma comune da sparo.
Per questo motivo A.A. è stato arrestato con l’accusa di detenzione e porto di arma da sparo clandestina e ricettazione e rinchiuso, presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria in attesa del giudizio di convalida.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento