Picchia violentemente l’ex moglie: rintracciato e arrestato dai Carabinieri

Nei giorni scorsi i Carabinieri hanno arrestato un uomo di 38 anni per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti dell’ex moglie 31enne.
In particolare, secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma della Stazione di Scilla, i rapporti fra i coniugi si erano progressivamente deteriorati dopo il divorzio. L’episodio più grave, dal quale è scaturito l’arresto, si sarebbe verificato mentre la vittima si trovava in casa assieme ai tre figli della coppia, tutti minorenni: la donna sarebbe stata raggiunta dall’ex marito che, dopo aver fatto allontanare la suocera insieme ai tre bambini, l’avrebbe aggredita verbalmente e picchiata ripetutamente e violentemente.
Giunti sul posto grazie ad una chiamata pervenuta al 112 da parte di vicini che hanno udito le urla provenienti dall’abitazione, i Carabinieri di Scilla hanno trovato la donna in evidente stato di shock, con ematomi e ferite sul corpo. Le poche parole riferite dalla donna – soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in ‘Codice rosso’ agli “Ospedali Riuniti” di Reggio Calabria – hanno consentito ai Carabinieri di risalire all’ex marito e di avviarne immediatamente la ricerca.
C. P., di Palmi, è stato rintracciato poco dopo a casa del fratello, dove si era cambiato e dove i militari hanno sequestrato i vestiti imbrattati di sangue.
La vittima è stata dimessa con una prognosi di 30 giorni.
Al termine delle formalità di rito, C.P. è stato associato presso la casa circondariale di Reggio Calabria–Arghillà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che all’odierna udienza di convalida ha confermato la custodia in carcere.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento