Picchia la compagna fino a provocarle un aborto

Un uomo di 40 anni, che risponde dei reati di aborto preterintenzionale e maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Cosenza in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice delle indagini preliminari in accoglimento di un’istanza avanzata dalla Procura della Repubblica del capoluogo bruzio.

Sulla base di quanto accertato dai militari dell’Arma, che hanno individuato il 40enne nativo del Gambia in un terreno agricolo di Turi, in provincia di Bari, lo stesso si sarebbe respo responsabile di reiterate aggressioni nei confronti della compagna, gambiana di 28 anni, dal mese di giugno del 2020 sino a qualche settimana fa. In una circostanza, risalente al periodo estivo di due anni addietro, avrebbe picchiata la donna che conviveva con lui fino a costringerla ad abortire. Il sospetto aggressore è stato ristretto dietro le sbarre nella Casa Circondariale del capoluogo pugliese.

  

Contenuti correlati