Piazza intitolata a Bettino Craxi. Lebrino tuona contro le accuse della senatrice Granato

Non si è fatta attendere la risposta del segretario socialista della provincia di Vibo Valentia Gian Maria Lebrino, già membro della Direzione nazionale del Psi, a proposito delle dichiarazioni che la senatrice 5 Stelle Laura Granato ha rilasciato in riferimento all’ intitolazione di una piazza a Bettino Craxi, nel comune di San Mango D’Aquino.

La pentastellata calabrese si oppone vivamente alla dedica al politico italiano che fu presidente del Consiglio dei Ministri negli anni Ottanta, e minaccia di interrogare il Ministro dell’Interno in quanto il gesto sarebbe, a suo dire, offensivo. “Credo che la senatrice debba riprendere in mano i libri di storia del nostro Paese e anche le carte processuali – afferma Lebrino -. Craxi è stato un grande statista ed ha una storia politica di grande spessore ed importanza. La senatrice Granato deve ritenersi fortunata perché occupa un posto che non merita, per il quale ha appena dimostrato, con le sue vergognose offese al leader socialista, di non avere le competenze necessarie”. L’ira del segretario socialista vibonese non si placa soprattutto nel sottolineare il ruolo che la politica dei 5 Stelle ricopre nella Commissione Istruzione e Beni Culturali: “pensi ai veri problemi che affliggono il nostro territorio, invece che perdere tempo in argomenti che conosce poco e male. Bisogna misurare le parole quando si ricoprono ruoli prestigiosi e delicati o il rischio è quello di imbarbarire il linguaggio politico danneggiando la democrazia e la politica in generale”.

Contenuti correlati