Pesca in apnea: Claudio Marconcini sul podio più alto della Coppa Città di Palmi-Trofeo “Ninni De Bruno”

Claudio Marconcini, uno degli uomini di punta della pesca in apnea calabrese e inserito tra i convocati del Club Azzurro, ha conquistato oggi, domenica 10 gennaio, la 39^ edizione della Coppa Città di Palmi-Trofeo “Ninni De Bruno”. Un successo ottenuto grazie a quattro pesci di tre specie diverse. Rappresentante del Circolo ADPS “Mimmo Arena”, si è aggiudicato la competizione cui hanno partecipato 38 atleti provenienti da Calabria, Sicilia, Basilicata, oltre ad un laziale.

Lo Scoglio dell’Ulivo, alla Tonnara di Palmi, ha fatto da scenario al campo gara che si estendeva per 3 chilometri verso sud. Il mare inizialmente si è presentato calmo, ma nel corso della sfida l’impeto dello scirocco ha provocato un rilevante aumento del moto ondoso. L’avvio della contesa, durata poi quattro ore, ha visto i concorrenti rendersi protagonisti di una vera e propria gara a pinne volta al raggiungimento delle aree, che i sopralluoghi effettuati da molti di essi, si erano rivelate più promettenti. Marconcini, pronti via, ha catturato subito una spigola ed un cefalo, entrambi pescati in tana. L’atleta reggino, forte delle capacità e del talento ormai noti a livello nazionale, ha rimpinguato il carniere che gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio con un barracuda ed un secondo cefalo, pesci sorpresi all’agguato. Di rilievo anche la performance del catanzarese Raffaele Lo Prete, appartenente al Circolo “Isola Ambiente Apnea”, giunto secondo e di Roberto Salmeri, terzo e presidente del Circolo ADPS “Mimmo Arena” cui si deve l’impeccabile riuscita dell’evento reso di alto livello grazie alle riconosciute doti organizzative di Giuseppe Fasone, autentico motore del Circolo.

Contenuti correlati