Perde la carta d’identità in casa dell’anziana dove aveva rubato denaro: la Polizia lo trova e lo arresta

Dopo averla strattonata e minacciata, le aveva sottratto il denaro custodito in casa

Nel pomeriggio di ieri, a conclusione di una serrata attività di indagine, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Cosenza, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti del 40enne G.D.V., del posto Cosenza, per rapina e violazione di domicilio.


Questi i fatti.
La mattina dello scorso 22 dicembre, personale della Polizia di Stato è intervenuto in un condominio di Piazza Zumbini dove poco prima un ignoto malfattore si era introdotto nell’abitazione di un’anziana e, dopo averla strattonata e minacciata, le aveva sottratto il denaro custodito in casa, calandosi subito dopo dal terzo piano dello stabile grazie a una tenda in stoffa e dandosi infine alla fuga.
Gli accertamenti della Squadra Mobile sono partiti dal rinvenimento, sul solaio dell’atrio esterno del condominio, di un documento di identità appartenente ad un noto pregiudicato cosentino e sono proseguiti attraverso l’acquisizione di tutti i filmati dei sistemi di videosorveglianza della zona.
In effetti, dalle immagini acquisite, sarebbe emerso come l’uomo che si era dato alla fuga fosse proprio il pregiudicato, intestatario del documento di identità rinvenuto.
Le fonti di prova sono state così raccolte e compendiate in un’informativa di reato alla locale Procura della Repubblica che, dopo averle attentamente valutate, ha richiesto ed ottenuto al Giudice per le Indagini Preliminari un provvedimento di applicazione di misura cautelare che è stato eseguito nel pomeriggio odierno mediante sottoposizione dell’uomo alla custodia cautelare in carcere.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento