Pd, Oddati a Serra San Bruno: “Il congresso si farà, auspico che il partito sia meno dilaniato”

“Il congresso andrà fatto, a meno che non si pensi di mantenere il commissariamento a vita. È un impegno preciso, subito dopo le elezioni regionali si procederà. Auspico che il partito arrivi all’appuntamento meno dilaniato”.

Il responsabile dell’iniziativa politica della Segreteria nazionale del Pd, appositamente interpellato a margine della presentazione del libro “La trappola del gioco” nel Serreinfestival, indica la direzione e scommette su una pronta ripresa. “Noi faremo la nostra parte – sostiene – ma serve la volontà di tutti anche a livello regionale. Ci aspettano 4 anni di opposizione e dovremo avviare una ricostruzione minuziosa del partito”.

Quanto alla sua presenza a Serra San Bruno, Oddati ha precisato che “non mi sono mai sottratto alla discussione, anzi questo è un preciso dovere di ogni dirigente politico”.

Sulla scelta di Pippo Callipo a candidato alla Presidenza della Regione Calabria – con gli esiti ed i risvolti noti – Oddati ha spiegato che “non avevamo un candidato naturale dopo la decisione di non ripresentare Oliverio” specificando che “una candidatura interna sarebbe stata foriera di nuovi scontri”. Ora parte il nuovo corso dal “gruppo regionale eletto” che dovrà attuare “un’opposizione forte e convincente”.

Contenuti correlati