Pazzano esulta: “Reggio ha detto ‘Basta’! Abbiamo scritto una pagina storica per l’acqua pubblica e per tariffe eque”

"Al Comune spetta un conguaglio tra i 14 e i 18 milioni di euro”

“Avevo fatto una promessa: che, se fossi stato eletto sindaco, avrei chiesto immediatamente i circa 16.000.000 di euro di conguaglio che SoRiCal deve a Reggio Calabria e un ricalcolo anche sulle tariffe attuali”. Saverio Pazzano si muove da questo pensiero risalente alla campagna elettorale per il rinnovo di Consiglio comunale di Reggio Calabria e che qualifica oggi come il: “Primo atto per la strada verso l’acqua pubblica, verso il pieno accesso ai diritti della cittadinanza.

La nostra mozione richiede il ricalcolo delle tariffe idriche SoRiCal, che, secondo la sentenza della Corte Costituzionale, quindi il più alto ordine dello Stato, e di un parere tecnico della Regione nel 2012, sentenze del Tribunale Amministrativo Regionale, delibere della Corte dei Conti, presenta tariffe illegittime. Queste ultime sono state calcolate sulla base non della normativa nazionale, ma di quella regionale che non poteva operare in tal senso. Secondo il calcolo effettuato e pubblicato da Giovanni Di Leo, al Comune di Reggio Calabria spetterebbe un conguaglio tra i 14 e i 18 milioni di euro”. “Sono somme – incita il consigliere comunale de La Strada – che bisogna andare a chiedere con forza e coraggio. Resta da verificare se la politica avrà il coraggio e la forza di spezzare gli schemi del passato, operando nell’interesse esclusivo della cittadinanza. Non sono stato eletto sindaco, come tutti sanno, ma ieri ugualmente in Consiglio è entrata la mozione ‘Giovanni Di Leo’, perché il Comune intraprenda questa battaglia di profonda giustizia sociale! Sono felice di poter affermare che un primo passo è stato compiuto. ‘Oggi un cammello è passato per la cruna dell’ago’. Infatti, la mozione Giovanni Di Leo è stata approvata dal Consiglio Comunale, un chiaro atto di indirizzo politico a chiedere conto di quanto avvenuto dall’avvento di SoRiCal ad oggi. Un momento storico. Adesso vigileremo e staremo addosso perché questo indirizzo politico trovi la sua veloce esecuzione, per ogni cittadina e ogni cittadino di Reggio, per un bisogno profondo di equità. Insieme a La Strada e a Riabitare Reggio entrano al Comune gli studi, l’impegno, le lotte di tante e tanti per l’acqua pubblica. Oggi abbiamo chiesto al sindaco e a ogni consigliere di avere coraggio! Fino alla vittoria, sempre, Giovanni! Chi combatte le battaglie giuste non perde mai, comunque”.

Contenuti correlati