Parte l’appalto per l’adeguamento del depuratore di Acquaro, Arena e Dasà. Barilaro: “Intervento storico”

“Oggi con la pubblicazione della procedura negoziata, incardinata all’interno della piattaforma del Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, per l’appalto di servizi tecnici di architettura e ingegneria relativi alla progettazione di fattibilità tecnica ed economica (adeguamento), definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, studi, attività e indagini geologiche inerenti i lavori di ‘Adeguamento piattaforma depurativa consortile a servizio dei Comuni di Acquaro, Arena e Dasà e realizzazione di impianto di depurazione a fanghi attivi a servizio della frazione Limpidi del Comune di Acquaro della potenzialità di 600 A.E., opere fognarie di collettamento delle zone non servite da impianti di trattamento’, riferito alla frazione Piani di Acquaro, diamo avvio all’esecuzione del finanziamento più importante di sempre per il Comune di Acquaro”.

A dare l’annuncio dell’importante passo in avanti per la realizzazione dell’opera è il sindaco di Acquaro Giuseppe Barilaro che ricorda che l’importo dell’intervento, finanziato dalla Regione Calabria, ammonta a 1.025.000 euro. “Di rilevante importanza strategica per i tre comuni, Acquaro, Dasà e Arena – sostiene il primo cittadino – saranno le opere di completamento del depuratore consortile. Per il comune di Acquaro e per i cittadini delle due frazioni Limpidi e soprattutto Piani è una grande notizia. Penso a quante volte insieme ai residenti della frazione Piani ci siamo soffermati su questa problematica, la mancanza di un sistema di fognatura, per tanti lunghi anni discussa, ragionata, ma mai, mai affrontata”.
“Oggi – rileva Barilaro – segniamo il passo più significante sulla via della realizzazione di un intervento storico per Piani di Acquaro.
Bisognerà lavorare e non demordere per reperire tutte le risorse che necessiteranno per il completamento dell’opera. Lo faremo con la passione civile e la determinazione, che da sempre muove il nostro agire in politica. Amministrare vuol dire essere seri e soprattutto coerenti con annunci e proclami, che si fanno in campagna elettorale.
Sono orgoglioso e compiaciuto – conclude – di riuscire a realizzare un programma scritto, concepito e voluto insieme alla mia gente”.

Contenuti correlati