Parte la realizzazione di 10 impianti fotovoltaici a Filadelfia: sarà costituita la Comunità energetica dell’Angitola

Migliorare le condizioni di vita dei cittadini, permettere di risparmiare una percentuale importante sulla bolletta dell’ energia elettrica puntando col tempo ad abbattere totalmente il costo dell’energia.

In questa ottica, sfruttando la normativa nazionale ed europea in materia di comunità energetiche il cui iter normativo si è concluso col decreto del Mise del 16 novembre, è stato avviato l’iter per la costituzione della Comunità energetica dell’Angitola. La denominazione indica sin da ora la possibilità di estendere la comunità a tutti i Comuni del comprensorio.

Lo scopo  della Comunità energetica, per come emerge dallo statuto approvato, si propone di “operare in campo sociale, culturale ed istituzionale al fine di promuovere: la tutela dell’ambiente, il risparmio energetico, la diffusione delle fonti di energia rinnovabile, la produzione di energia sul territorio, l’autosufficienza energetica dei cittadini soci”.

Il Comune di Filadelfia intende ampliare gli investimenti nel campo dell’energia rinnovabile e ai dieci impianti fotovoltaici che alimentano altrettante strutture comunali, rendendole energeticamente autosufficienti intende affiancare altri impianti a energia rinnovabile.

Un primo studio di fattibilità ha consentito di individuare la possibilità di realizzare 10 impianti fotovoltaici di 200 KW ubicati nel centro urbano e nelle contrade idonei a far connettere gruppi di utenze appartenenti alla stessa rete in bassa tensione, ovvero utenze che fanno riferimento alla stessa cabina di bassa-media tensione. Si consente cosi ai singoli utenti di poter avere un contributo sull’energia autoconsumata e prodotta dall’impianto, una riduzione degli oneri di sistema e l’incentivo sull’energia autoconsumata di 11 centesimi/KW.

La particolare conformazione, inoltre, consentirebbe di costruire due impianti mini idroelettrici di circa 200 KW, sui principali fiumi del territorio consentendo di abbattere ulteriormente la bolletta energetica dei cittadini.

“Nei prossimi giorni – spiega il sindaco Maurizio De Nisi – sarà avviato l’iter per la redazione di uno studio di fattibilità di dettaglio, dopodiché si procederà alla pubblicazione dell’avviso per la  ricerca di un investitore privato a cui affidare la realizzazione degli impianti e si procederà alla creazione della Comunità energetica ossia dell’associazione, gestita direttamente dai cittadini con una governance eletta direttamente dai soci consumatori”.

Contenuti correlati