Palazzo San Giorgio, in Commissione occhi puntati sull’attività di Hermes

Si è tenuta lunedì a Palazzo San Giorgio, la seconda seduta di Commissione dedicata al confronto sull’attività delle società partecipate comunali.
La seduta odierna, presieduta dal consigliere Giuseppe Marino, ha avuto ad oggetto l’attività della Hermes spa.


All’incontro ha partecipato anche Giuseppe Mazzotta, amministratore delegato della società unitamente al management societario.
Durante i lavori della Commissione, dopo un’approfondita relazione introduttiva dell’amministratore delegato, sono intervenuti i consiglieri comunali Versace, Barreca, Malara, Marino e Giordano i quali hanno formulato proposte e sottoposto domande all’avvocato Mazzotta, il quale ha risposto fornendo dati molto incoraggianti.
La seduta, infatti, ha consentito di evidenziare gli importanti obiettivi raggiunti in materia di contrasto all’evasione tributaria ed individuare nuovi elementi di crescita: trasferimento della società presso locali individuati presso il Palazzo Ce.dir., implementazione del personale e degli strumenti software, coinvolgimento dei cittadini, attivazione degli sportelli periferici.
Il presidente Giuseppe Marino ha evidenziato la necessità “di costruire un rapporto fiduciario con i cittadini, che devono sempre più sentirsi responsabili e protagonisti dell’amministrazione, con la consapevolezza che i tributi locali, ancor prima di essere un elemento finanziario, rappresentano uno strumento di partecipazione e di responsabilità civica”.
È stato evidenziato, ancora una volta, il percorso realizzato dall’attuale Amministrazione di trasformazione delle società comunali, un tempo partecipate da soci privati, oggi rese in house con 100% di capitale pubblico, anche al fine di favorire l’attuazione della più ampia trasparenza amministrativa e della legalità.
Infine, la Commissione all’unanimità dei presenti ha incaricato il presidente di convocare i vertici amministrativi dell’Ente al fine di sollecitare le procedure di attivazione della nuova sede di Hermes e consentire alla società in house di svolgere pienamente il ruolo di agente della riscossione coattiva.

Contenuti correlati