Ospedale “San Bruno”, la minoranza contro il sindaco: “Il nuovo medico è solo in parziale sostituzione di chi si pensiona”

L'ospedale di Serra San Bruno

“Poca onestà intellettuale e politica”. I consiglieri di minoranza Antonio Procopio, Luigi Tassone, Biagio Figliucci e Vito Regio criticano il sindaco Alfredo Barillari, reo a loro avviso di aver “annunciato in modo trionfalistico che dal 30 novembre e per tutti i mercoledì, un chirurgo farà prestazione ambulatoriali”.


“Il sindaco – sostengono gli esponenti di opposizione – sa bene che tra qualche settimana l’unico chirurgo, tra l’altro serrese, che presta servizio presso il nostro nosocomio andrà in pensione e quindi il nuovo medico, che appunto verrà una sola volta a settimana, dovrà dalle prossime settimane supplire a questa assenza”. Quindi, “si tratta di una soluzione tampone che non può passare per rafforzamento di un reparto, una sorta di piccola toppa che non può coprire un vuoto enorme”. 
Da qui viene sviluppato il nuovo affondo: “quelle del sindaco sono chiacchiere e mistificazione della realtà. Per tale ragione, e anche se notiamo che è sempre più confuso e distante dalla realtà,  lo invitiamo a tenere un atteggiamento più serio in tema sanitario e a non buttare fumo negli occhi ad una popolazione che quotidianamente deve fare i conti con i disagi sanitari”.

Contenuti correlati