Orlando “Il Guerriero” non ce l’ha fatta: la battaglia che ha commosso la Calabria intera

Non ce l’ha fatta a superare l’ultimo ostacolo. Orlando “Il Guerriero” si è spento dopo aver combattuto una battaglia lunga e pesante, che ha commosso l’intera Calabria che ha mostrato vicinanza e solidarietà.

Il 37enne di Soverato (e con lui tutta la comunità calabrese) aveva accarezzato l’illusione di poter continuare a dare l’esempio di determinazione e coraggio quando, due anni fa, è stato staccato il respiratore dopo l’intervento con il quale è stata asportata “una massa di 30×50 centimetri”. Orlando “Il guerriero” aveva ripreso conoscenza dopo l’operazione eseguita dal dottor Kato Tamoaki, lo specialista che svolge il suo lavoro in una clinica di New York e che applica tecniche all’avanguardia.
Questo il ricordo della famiglia sulla pagina Facebook della onlus: “Ricorderemo per sempre questo giorno..il giorno in cui il nostro guerriero ci ha salutato per sempre. Ma lui oggi non ha perso…ha vinto più e più volte!!!! È andato solo a riposare un po’. Siamo contenti che non sia volato via da solo… ma con migliaia e migliaia di persone accanto oltre noi… La famiglia più grande del mondo!
Ancora grazie a tutti per averci donato del tempo con lui!!!
Come avrebbe voluto lui…faremo tanto casino e tanti sorrisi!!!
CIAO GUERRIERO, VAI LASSÙ E FAGLI VEDERE CHI SEI!!!!!!!!!!!
TI AMEREMO SEMPRE, OVUNQUE E COMUNQUE.
LA TUA FAMIGLIA”.

Contenuti correlati