Ordinanza di Santelli: consentita “l’attività di selezione del cinghiale”

“È consentito, ai selettori attivati e autorizzati, lo spostamento nell’ambito del territorio della Regione Calabria, per l’attività di selezione del cinghiale, a condizione che la medesima attività si svolga nel rispetto delle norme sul distanziamento interpersonale e, comunque, di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19, nonché secondo le modalità previste dalle leggi vigenti per l’attività de quo”.

Lo stabilisce l’ordinanza n. 42 emessa ieri dalla presidente della Regione Calabria Jole Santelli, anche in seguito alle voci da più parti sollevate che lamentano i danni prodotti dalla proliferazione degli ungulati.
Nell’atto viene specificato che “il mancato rispetto degli obblighi previsti dalla presente Ordinanza comporta l’applicazione di quanto previsto dal Decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, ove il fatto non costituisca più grave reato” e che l’ordinanza “potrà essere aggiornata ove si rendesse necessario a seguito della valutazione circa la situazione epidemiologica regionale”.

Contenuti correlati