Operazione “Platone”: Cristoforo Arcovio torna in libertà

L'uomo era agli arresti domiciliari dal 27 marzo

L'avvocato Francesco Nicoletti

Operazione “Platone”, in accoglimento dell’istanza di riesame avanzata dal penalista Francesco Nicoletti, il Tribunale della Libertà di Catanzaroha rimesso in libertà il 70enne Cristoforo Arcovio, coinvolto nell’inchiesta della Procura di Castrovillari che vede indagati pubblici amministratori del Comune di Cariati e imprenditori con le accuse di corruzione, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti e abusivismo edilizio.

L’uomo, tra i rappresentanti della società Ecology Green, era stato sottoposto agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione lo scorso 27 marzo. Nella giornata di oggi, all’esito delle discussioni, il Tribunale della Libertà ha accolto l’istanza di riesame proposta dalla difesa avverso l’ordinanza cautelare emessa dal Giudice delle indagini preliminari. Ad Arcovio residua una misura interdittiva del divieto temporaneo dall’esercizio dell’attività d’impresa per la durata di un anno.

Contenuti correlati