Operazione “Cenide”, revocati gli arresti domiciliari a Giovanni Siclari

Il Tribunale della Libertà ha revocato gli arresti domiciliari al sindaco (sospeso) di Villa San Giovanni, Giovanni Siclari, disponendo il divieto di dimora nel comune di residenza. A darne notizia è Marco Siclari, senatore di Forza Italia e fratello del primo cittadino, che ha confermato “piena fiducia nel lavoro dei magistrati” ringraziando coloro che in questo periodo hanno mostrato vicinanza.

Su Giovanni Siclari pende l’accusa di corruzione per atti contrari ai doveri del proprio ufficio, mossa nell’ambito dell’operazione “Cenide”, che vede al centro “la riorganizzazione dell’area Villa Agip di Villa San Giovanni anche su un’area di proprietà di Anas, in assenza di un provvedimento concessorio da parte dell’ente proprietario nei confronti di Caronte & Tourist”.

Secondo le accuse, Siclari avrebbe operato delle forzature per accelerare i tempi della consegna alla Caronte & Tourist dalla quale avrebbe ricavato favori.

Contenuti correlati