Omicidio nel Vibonese: due imputati condannati, uno assolto

I giudici hanno ritenuto di escludere le circostanze aggravanti

I giudici della Corte d’Assise di Catanzaro hanno condannato due degli imputati per l’assassinio di Werner De Bianchi, picchiato ed ammazzato il 12 agosto di due anni fa nell’area riservata alla sosta delle auto presso un supermercato di Santa Domenica di Ricadi, nel Vibonese.

Gli stessi magistrati hanno, contestualmente, deciso di assolvere il terzo coimputato, Liviu Dan Gradinaru, sposando la tesi del pubblico ministero per il quale non ha commesso il fatto. La vittima lavorava nel mondo del circo e sarebbe stata uccisa per frizioni generate dal mancato soddisfacimento di un credito che ammontava a qualche migliaio di euro. Il Collegio Giudicante ha stabilito per Iulian Andrei Dodu una pena a 10 anni e 8 mesi di reclusione ed una sanzione pecuniaria superiore a mille euro. Per lui la pubblica accusa aveva richiesto una condanna a 18 anni di reclusione. Claudio Costantin Rotariu, invece, sconterà 9 anni e 8 mesi di carcere cui aggiungere il pagamento di mille euro. L’accusa nei loro confronti, come pure per Alex Orfei, proprietario del circo ritenuto materialmente il responsabile dell’uccisione e per questo condannato a 11 anni e 6 mesi, è di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi. Circostanze aggravanti che i togati hanno ritenuto poter escludere.

I

Contenuti correlati