Oliverio ha incontrato il ministro per il Sud per fare il punto sui fondi comunitari

Molta attenzione è stata poi rivolta alla più grande infrastruttura calabrese, il Porto di Gioia Tauro

Il presidente della Regione Mario Oliverio ha ricevuto oggi pomeriggio nella Cittadella regionale a Catanzaro il ministro per il Sud Barbara Lezzi in visita in Calabria per monitorare e approfondire il tema dell’utilizzo delle risorse comunitarie e prendere visione del Porto di Gioia Tauro dove è stata istituita da pochi mesi la prima Zona Economica Speciale in Italia.

Durante l’incontro sono stati analizzati i vari Assi del Programma Operativo Regionale 2014-2020, gli interventi programmati e le risorse già utilizzate. Il ministro e lo staff del Governo hanno interloquito con Oliverio e con l’Autorità di Gestione Paola Rizzo su alcuni particolari temi relativi a determinati Assi del Programma come l’infrastrutturazione della Banda Larga, le Politiche attive sul lavoro, le risorse sull’edilizia scolastica e sanitaria e quelle sui trasporti. “Al termine della disamina del quadro generale del Programma – recita una nota diffusa dall’Ufficio Stampa della Giunta – è stato certificato il corretto e buon utilizzo delle risorse e un nesso significativo tra l’accelerazione della spesa comunitaria e la crescita economica della Calabria negli ultimi due anni soprattutto in alcuni settori come l’agricoltura e il settore edilizio. È stato dunque riconosciuto che per la Calabria il grado di raggiungimento del target di spesa al 31 dicembre 2018 non è difficile da raggiungere ma è a un buon punto rispetto a diverse regioni che invece sono in ritardo e rischiano il disimpegno”.
Molta attenzione è stata poi rivolta alla più grande infrastruttura calabrese, il Porto di Gioia Tauro. Il vicepresidente Russo ha illustrato lo sforzo della Regione nel realizzare la Zona economica speciale e ha sottolineato il grande interesse da parte degli investitori che si sta manifestando in queste ultime settimane sul Porto. Piena convergenza è stata espressa anche sui prossimi passi che Regione e Governo dovranno affrontare per rendere assai competitivo il Porto calabrese, ma anche su altre questioni riguardanti la programmazione comunitaria e nazionale. Il ministro Lezzi ha dichiarato a tal proposito che lavorerà insieme alla Calabria sul tema delle semplificazioni burocratiche per la realizzazione della Zes a Gioia Tauro. Semplificazioni che sono tra l’altro oggetto di un Tavolo specifico che vede impegnati diversi ministri del Governo.
“Ho evidenziato al ministro Lezzi – ha detto al termine dell’incontro il presidente Oliverio – che a partire dalla prossima Legge di stabilità bisognerà rafforzare gli strumenti di intervento nel Mezzogiorno per recuperare il gap esistente tra Nord e Sud ma soprattutto per evitare che ci sia uno squilibrio nella utlizzazione delle risorse ordinarie. Le risorse comunitarie – ha aggiunto – devono essere aggiuntive e non possono essere considerate ordinarie. Su questo cè stata una condivisione sostanziale con il Ministro. Ho evidenziato anche quello che è un risultato importante per la nostra regione, vale a dire l’istituzione della Zes a Gioia Tauro e ho spiegato lo stato dell’arte della nostra programmazione su questa grande infrastruttura. Al Ministro, che ha tra l’altro manifestato l’intenzione di valutare il rafforzamento del fondo nazionale riguardo le Zes e domani visiterà Il Porto di Gioia, ho chiesto inoltre un sostegno coerente sulla nostra impostazione”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento