Nuovi casi di cinghiali con tubercolosi nelle Preserre vibonesi: disposta la distruzione delle carcasse

Due distinte ordinanze del sindaco di San Nicola da Crissa, Giuseppe Condello, hanno disposto la distruzione delle carcasse di altrettanti cinghiali, sulle quali – a seguito di apposita visita sanitaria eseguita dal predisposto personale dell’Asp di Vibo Valentia – “è stato dato giudizio negativo per sospetta presenza di infezione tubercolare”.
In particolare, il secondo esemplare di cinghiale è stato abbattuto durante una battuta di caccia libera, che ha avuto luogo ieri in località “Galina” in agro del Comune di San Nicola da Crissa.
Cresce, dunque, la preoccupazione per quanti in questo periodo erano abituati a gustare la carne di cinghiale, animale la cui presenza sta ormai diventando sempre più insistente nelle aree montane.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento